Pensioni complementari

LE PENSIONI COMPLEMENTARI (ARRCO e AGIRC)

Le Casse di pensioni complementari per i lavoratori dipendenti furono create verso il 1960 e sono gestite paritariamente dai rappresentanti dei datori di lavoro e dei sindacati dei lavoratori dipendenti.

Esistono parecchie decine di queste Casse, raggruppate in un'associazione detta "ARRCO"[1].

In genere vi era una Cassa specifica per ogni settore di attività: per esempio le imprese edili hanno la cassa « BTP RETRAITE » (talora conosciuta con la vecchia sigla « CNRO », oppure PRO BTP) quelle agricole possono avere la CAMARCA, l'AGRR ecc.

Ma si deve notare che sono in corso importanti fusioni e raggruppamenti di queste Casse.

Benchè siano enti di natura privata, a queste Casse contribuiscono obbligatoriamente i dipendenti e i datori di lavoro, che le gestiscono paritariamente.

Le trattenute sullo stipendio possono variare da un'azienda all'altra, secondo accordi contrattuali, e sono differenti anche per la parte di stipendio al di sotto del "plafond" di € 3.129 mensili (importo aggiornato al 1.1.2014) e per la parte superiore a detto "plafond".

I quadri dirigenti ("cadres"), per la parte di stipendio superiore al "plafond" sono affiliati a Casse specifiche, raggruppate nell'associazione “AGIRC”[2].

Le Casse di pensioni complementari francesi versano pensioni separatamente e in aggiunta a quelle erogate dal regime di "sicurezza sociale".

Queste pensioni possono rappresentare dal 15 al 20%, e talora anche di più, dello stipendio di riferimento.

NB. Le Casse di pensioni complementari hanno accettato di adottare le modifiche concernenti l’età pensionabile previste dalla legge francese n° 2010-1330 del 9.11.2010.

[1]ARRCO (Association pour le Régime de Retraite COmplémentaire des salariés) : Associazione per il Regime di Pensione Complementare dei lavoratori dipendenti.

[2]AGIRC (Association Générale des Institutions de Retraite des Cadres) : Associazione Generale delle Istituzioni di Pensione dei Quadri.

 

PER SAPERNE DI PIU’, due siti:

www.arrco.fr

www.agirc.fr

Clicca qui per scaricare il documento completo